Troppo Akonadi per i miei gusti

Troppo Akonadi per i miei gusti

Sembra che a breve nella versione trunk di KDE, ovvero la versione attualmente in sviluppo, anche KMail avrà Akonadi come backend. Non ho nulla contro Akonadi, tranne il fatto che è ancora tanto, forse troppo, giovane. Credo che a partire da KDE 4.4 non farò più uso della versione in sviluppo ma installerò la versione stabile.

Un conto è avere il desktop Plasma un po' instabile o altri programmini che possono essere facilmente sostituiti temporaneamente, un conto è invece avere KMail, il client di posta elettronica, essere oggetto di potenziali bug.

La posta elettronica è uno degli strumenti che uso prevalentemente per il mio lavoro, assieme ai browser, editor di testo, client FTP e browser di file locali (e remoti). Un editor di testo è facilmente rimpiazzabile, anche il browser e lo stesso vale per i client FTP o per i vari programmi per gestire file e cartelle. Ma il client di posta elettronica è vitale, anche se ho una comoda webmail o posso usare altri client, KMail è l'unico che mi permette di gestire numerosi account con migliaia di conversazioni ed ha delle comodissime shortcut.

KMail inoltre è ben integrato in KDE, sostituirlo con qualcos'altro provocherebbe dei disturbi al mio workflow.

Spero che KDE 4.5 integri KMail + Akonadi solo se il sitema sarà stabile almeno quanto lo è ora KMail senza Akonadi.

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.