Quale distribuzione per KDE 4?

Quale distribuzione per KDE 4?

Quando si vuole installare Linux nel proprio PC, si ha a disposizione una scelta enorme di distribuzioni. Basti pensare alle centinaia di possibilità elencate nel celebre sito web Distrowatch. Ma qual è la distribuzione giusta? Quale distribuzione scegliere?

La scelta della distribuzione Linux da installare dipende da molti fattori come l'esperienza, la necessità di particolari software, l'esigenza di un supporto tecnico, la semplice curiosità ma anche l'ambiente grafico.

Sappiamo che solitamente è possibile installare uno o più ambienti grafici indipendentemente dalla distribuzione scelta. Però i distributori più noti spesso focalizzano l'attenzione su uno specifico desktop enviroment (DE) come Gnome o KDE tralasciando gli altri. Ciò influisce molto sulla qualità dei DE non presi in considerazione come sistema principale.

Ad esempio gli sviluppatori di Ubuntu, una delle più famose distribuzioni, concentrano i loro sforzi su Gnome ed infatti la distribuzione è rilasciata proprio con questo ambiente desktop. Il team di OpenSuse, invece, è molto attivo nel fronte KDE, contribuendo allo sviluppo del software. Infine, sia Ubuntu che OpenSuse distribuiscono una versione leggermente modificata e personalizzata di Gnome e KDE.

Altre distribuzioni, invece, sono più neutrali, penso ad esempio ad ArchLinux o Debian, che forniscono il software con un numero minimo, quasi nullo, di modifiche ai pacchetti originali.

Personalmente preferisco questa classe di distribuzioni Linux. Il motivo è proprio l'assenza di branding e personalizzazioni. Per chi ha l'esigenza di un sistema stabile ed essenziale, queste sono la scelta migliore perché permettono di installare esclusivamente il software desiderato.

La migliore distribuzione per KDE 4

Se devo installare un sistema GNU/Linux con KDE 4, opto per le due distribuzioni seguenti:

OpenSuse

Installare OpenSuse è indubbiamente il metodo più veloce per installare un sistema Linux con KDE 4 già configurato e pronto all'uso.

Pro:

  • Pronto all'uso
  • Facile da configurare
  • Molti pacchetti software disponibili

Contro:

  • Estremamente brandizzata
  • Necessita di molto lavoro manuale per rimuovere il software che non si usa

ArchLinux

ArchLinux è una distribuzione che in questi anni sta facendo molto parlare di sé. Nasce dalla filosofia di ottenere un sistema sempre aggiornato e minimale, dove gli automatismi sono ridotti all'osso ma con la possibilità di personalizzare facilmente ogni aspetto del sistema.

Pro:

  • Sempre aggiornato con le ultimi versioni dei software
  • Si installa solo il software che serve
  • Altamente personalizzabile

Contro:

  • L'installazione e la configurazione non sono automatizzate
  • A volte pacchetti troppo aggiornati potrebbero non essere testati a sufficienza

Tra le due preferisco ArchLinux perché mi permette di avere il pieno controllo del sistema, anche se consiglio OpenSuse a chi invece ha bisogno di un sistema subito pronto all'uso.

Preferirei ci fosse Kubuntu tra le opzioni: è un vero peccato, perché Ubuntu è davvero eccezionale e avere una versione altrettanto efficace con la K sarebbe il massimo.
Questo perché, per me, una distribuzione "ok" è una distribuzione con una documentazione "usabile", facile da reperire e da navigare.
Sinceramente con OpenSuse non mi trovo, preferisco ArchLinux, il cui wiki è all'altezza di quello di Ubuntu, secondo me.

ArchLinux, tutto sommato, è una distribuzione come le altre e non mi ha mai dato particolari problemi.
L'unico punto un po' più complesso è l'installazione, perché non è quella di Ubuntu (pochi click e sempre "avanti"). Però l'installazione si fa una volta sola e quindi ci può stare. Almeno questo dal mio punto di vista.

Posso consigliarti Sidux ? Installazione semplice quanto quella di ubuntu ma con la base di Debian Sid :D Un compromesso tra la vastità dei pacchetti presenti per debian e l'elasticità di Arch.

sono d'accordo

Ti sei dimenticato Slackware, facile da installare (nonostante la mancanza di una interfaccia grafica) e stabile.

slack è un po' morto...
arch e ubuntu sono più vivi :P

Beh, comunque slackware ha sempre il suo giro di utenti ed è mantenuta egregiamente dal buon vecchio Patrick.

slack è un po morto? In che senso?

P.S. non c'è solo Pat dietro a slackware.

Ciao Michele.

Sidux è molto brandizzata o è vicina alla KDE vanilla?

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.