Dolphin 4, un piccolo tour

Dolphin è il nuovo file manager di KDE4. Al primo avvio si presenta circa così:

dolphin 1

Sulla sinistra ci sono dei link per accedere velocemente ad alcuni percorsi predefiniti (home, root, collegamento alla rete, partizioni degli hard disk...). Il alto il menù e la classica barra degli strumenti, infine, sopra la zona di navigazione, si nota il percorso attuale.

La barra dell'indirizzo permette di visualizzare l'elenco delle directory contenute nelle varie parti del percorso:

dolphin 12

 
Oppure può essere configurata per operare al vecchio modo di navigazione:

dolphin 13

 
Su Dolphin, oltre alla modalità di vista "icone" si possono scegliere altre due modalità. Una è "dettagli" che mostra un semplice elenco con i dettagli dei file. Dall menù si può scegliere quali colonne attivare.

dolphin 2

 
L'altra è la modalità "colonne", ispirata da MacOSX:

dolphin 3

 
Oltre a questi tre possibili modi per elencare i contenuti delle directory, si può suddividere la finestra in due sezioni verticali indipendenti:

dolphin 4

 
Per l'uso che ne faccio io, la barra laterale, il testo sotto le icone ed il menu sono inutili, quindi Dolphin solitamente lo configuro così:

dolphin 5

 
Molto semplice ed intuitiva è la configurazione dell'aspetto delle icone e delle anteprime:

dolphin 6

 
Ecco quindi come vengono presentate le anteprime delle immagini:

dolphin 7

 
Tra le novità, una delle più interessanti è quella di elencare raggruppando i file in base ad una caratteristica scelta. Si possono raggruppare, ad esempio, per iniziale, per tipo, per dimensione, oppure, come nel seguente caso, per data:

dolphin 8

 
Eventualmente si può attivare un pannello con le informazioni dettagliate del file.

dolphin 9

 
Molto utile è il pannello "terminale":

dolphin 10

 
Tra l'altro, cambiando la directory in Dolphin, il terminale si ri-posiziona automaticamente

dolphin 11

 
Queste funzionalità sono molto ben curate. Per l'uso che ne faccio io, abituato ad usare Konqueror, è molto comodo. Rispetto a Konqueror l'interfaccia è più pulita ed ordinata, anche se però ha ancora delle lacune: la gestione dei tab mancante, ad esempio, e la scarsa integrazione con Konqueror.

Per la maggior parte degli utenti ritengo che sia il miglior file manager attualmente in circolazione!

A me piace moltissimo lo stile Dolphin "pulito", come l'hai definito tu, che forse ricorda più il vecchio Konqueror.
Il raggruppamento per data lo trovo molto interessante, visto che molte volte io lo "uso" creando delle cartelle anche per singole immagini, per catalogare determinati file.
Il pannello terminale integrato è stata un'idea davvero azzeccata: in Kate, per esempio, dove c'è già mi trovo benissimo ad usarlo. Se poi devi switchare tra due directory sembra essere davvero comodo senza avere mille finestre aperte.

Vorrei poterlo usare anche in ambito lavorativo, ma non vedono di buon occhio la scelta personale del software per compiere lo stesso lavoro.

Volevo scaricare la JDK 1.6 dalla Sun e mi hanno tacciato di blasfemia, visto che loro dall'inizio del prodotto si tramandano una 1.4.2 personalizzata da loro in modo che solo un pazzo avrebbe proposto.

@Hikaru: se per così poco si sbaglia, immagina quando andrò a toccare l'interfaccia utente dell'operatore della tua banca :D

Io ho avuto il via libera dal sistemista di installare GNU/Linux, visto che nel pc ci sono due hard disk: basta che non tocchi il disco C:. Tanto loro non mi danno assistenza, al limite mi possono dare una mano.
Tra parentesi: e chi vuole l'assistenza da uno che violenta la chiavetta per un'ora continuando ad attaccarla e staccarla dal computer senza "disconnerrerla"?

@2g: beh, ma io di te mi fido. :)

Invia nuovo commento
Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.